sabato , 8 Agosto 2020

crucifere

o brassicacee: broccolo, cavoletti di Bruxelles  (eccezionali per il contenuto in Vit. C, una volta e mezzo quello delle arance) sono i germogli del cavolo omonimo, cavolo cappuccio, colza, crescione (°), tatsoi (cavolo spinacio), verza,
radici come il cren (barbaforte, rafano) la rapa, rapa svedese e ravanello,
a foglia verde come la rucola (rughetta),
salse come la mizuna (mostarda giapponese), senape e wasabi
e tante altre, centinaia, ma rare.

Sono verdure contenenti vitamine, soprattutto la C., carotenoidi con luteina e zeaxantina (zafferano), flavonoidi, acido folico, potassio, fibre e con il preziosissimo anti-ossidante solforafano hanno effetto di protezione sulle cellule normali in ambito di malattia neoplastica.
Un derivato del glucosinolato, l’indolo 3 carbinolo, secondo il Prof. Umberto Veronesi, giugno 2011, avrebbe un ruolo protettivo nel cancro della mammella.

(*) molti lavori indicano questa verdura come splendido rimedio detossificante, anti-ossidante perciò, nell’ambito del sovrallenamento da palestra.

Controllate anche

uovo di gallina

L’uovo è un alimento che amo molto perchè è generoso, pratico, non costoso e disponibile, umile …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: