lunedì , 11 dicembre 2017
Home / iniziative / Fly is Life: Istituto Palizzi – Oncologia Ospedale, Lanciano

Fly is Life: Istituto Palizzi – Oncologia Ospedale, Lanciano

FlyisLife 11Giugno 2014, Lanciano

Istituto d'Arte "Giuseppe Palizzi", Lanciano
Istituto d’Arte “Giuseppe Palizzi”, Lanciano

Continuano le Inziative d’Arte e d’Amore nel Reparto di Oncologia dell’Ospedale Civile “Renzetti” di Lanciano che incentiva da lustri il gusto del Bello, dell’Originale e dell’Espressione Estetica essenzialmente pittorica, ma anche scultorea, come omaggio rispettoso agli occhi ed all’Animo dei Pazienti e Familiari che frequentano tale preziosa Struttura di riferimento della nostra città e soprattutto della

Dr. Antonello Nuzzo
Dr. Antonello Nuzzo

nostra ASL Lanciano-Vasto-Chieti.
Questa volta è una collaborazione fra gli Alunni dell’Istituto d’Arte “G. Palizzi”, Dirigente Scolastico la Prof.ssa Maria Patrizia Costantini che fanno dono delle loro opere al Reparto di Oncologia, Direttore il Dott. Antonello Nuzzo.

Ed al riguardo riferisco il pensiero della Dirigente, intervistata il 7 giugno ’14:

“Ritengo che l’Arte sia la via per accostarsi al Bello, all’Umano e al Trascendente insieme. Ma non da soli, anzi condividendo il proprio sentire con gli altri, perché sempre gli manialtri sono presenti quando si vive l’esperienza estetica; sempre, si comunica l’esperienza soggettiva ai nostri simili porgendo una visione del Mondo.
Una visione rivoluzionaria (buona parte dell’Arte, specie quella moderna, è una rivoluzione senza le armi ) o consolatoria, sofferente, sacra o profana, rassicurante o destabilizzante.Istituto d'Arte "Giuseppe Palizzi", Lanciano
L’opera d’arte, da questo punto di vista, è espressione del sé in relazione con il Mondo; è condivisione, partecipazione, provocazione, illusione, rifiuto, negazione, sollievo, speranza.. e molto di più.
E’ allungare una mano verso gli altri, tutti gli altri, tutta l’infinita Umanità che con l’Artista percorre questo sentiero sconnesso, a tratti illuminato dalla luce, spesso spazzato dal vento”.

E a seguire, il messaggio del Dr. Nuzzo:

Oncologia Lanciano, interno
Oncologia Lanciano, interno

“Vedo questa nostra iniziativa fondamentalmente come apertura dell’Ospedale al suo territorio naturale di competenza. l’ospedale vissuto come Bene comune da non solo preservare, ma anche da far crescere e abbellire.
Non solo luogo di sofferenza e sentimenti tristi, ma anche come passaggio possibile nella nostra avventura terrena, con la Speranza di uscirne meglio nel Corpo e nello Spirito, in ciò anche aiutati dalle opere d’arte che gli studenti del liceo Palizzi hanno realizzato alla fine di un loro percorso di conoscenza e maturazione della nostra realta ospedaliera.
Riengo fondamentale citare il Prof. M° Giuseppe Colangelo, scultore, dotato di grandissime doti professionali e umane, grande trascinatore e realizzatore di opere varie”.

Ed ecco ora  cos’è Fly is Life, attraverso la richiesta dell’autorizzazione ASL dell’evento.

Fly is Life
Fly is Life

Oggetto: Progetto ONCOLOGIARTE FLY is LIFE.

Il Reparto Oncologia dell’Ospedale “F. Renzetti” di Lanciano, il Liceo Artistico “G. Palizzi” di Lanciano (Preside Prof.ssa Patrizia Costantini, responsabile del progetto il Prof. Giuseppe Colangelo delbiancoairone onlus
Dipartimento di Arti Visive e Plastiche) e l’Associazione Bianco Airone Pazienti Onlus – sezione Frentana (responsabile del progetto la Dott.ssa Manuela Zannelli) hanno iniziato una collaborazione per realizzare il progetto denominato “ONCOLOGIARTE FLY is LIFE” .

Tale progetto, in sintonia con la nostra quindicinale iniziativa “Arte per la

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Vita”che ha trasformato in una galleria d’arte l’Oncologia del P.O. di Lanciano, si pone come ponte tra il nostro reparto e il territorio, con l’obiettivo di sensibilizzare un gruppo di studenti liceali sui temi della salute e in particolare della malattia oncologica, e delle relative terapie, rispondendo alle domande e alle paure che accompagnano questi momenti difficili e perseguendo un’opera di sensibilizzazione dei giovani sugli stili di vita, per insegnare la prevenzione fin da adolescenti.

Nell’ambito del Laboratorio sperimentale delle Arti Visive e Pastiche/Scultoree del Liceo Artistico “G. Palizzi” di Lanciano, il progetto FLY Is LIFE permette di attivare nuovi obiettivi del laboratorio, soprattutto far comprendere il concetto di armonia di un’opera scultorea come volume ed espressione di un’idea.

Ospedale "F. Renzetti" Lanciano (Ch)
Ospedale “F. Renzetti” Lanciano (Ch)

I passi:
l’informazione con l’Insegnante referente del progetto;
un incontro dei ragazzi coinvolti nel progetto con il Primario e con la Equipe del

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Reparto Oncologia Ospedale “F. Renzetti” di Lanciano e con la
psicologa dell’Associazione Bianco Airone Pazienti Onlus finalizzato alla presentazione del reparto;
una visita in Reparto per analizzare gli spazi in cui dovranno essere inserite le opere.
Verranno realizzati degli elaborati artistici tridimensionali, nell’ottica della sostenibilità e del riciclo creativo dei materiali.
Il progetto prevede, inoltre, la stesura di un diario virtuale con testi tradotti anche in inglese, foto e filmati (proposta di un CLIP da 5 minuti); in chiusura dell’anno scolastico corrente sarà realizzato un allestimento espositivo delle opere realizzate e verranno consegnati attestati di riconoscimento agli studenti che hanno partecipato al percorso formativo.

Propongo di posizionare le opere realizzate e che saranno donate alla UOC di

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Oncologia del P.O. Renzetti di Lanciano, nell’atrio delle scale comuni che portano alla Medicina, Neurologia e Oncologia e nel pianerottolo del IV piano che fa accedere alla sala di attesa dell’Oncologia.

Questi spazi che, seppur tenuti ben puliti e funzionali, attualmente sono spogli, senza personalità e poco colorati, trarranno un sicuro vantaggio cromatico e immaginativo dalle opere che sono in elaborazione.
Egualmente importante, a mio parere, è il processo di avvicinamento e integrazione tra il nostro Reparto ed il territorio a noi afferente.
Dr. Antonio Nuzzo.ghirigori

E ciò che segue è una sorta di intervista virtuale con il Prof. Giuseppe Colangelo.

Lanciano
Lanciano

La Scuola non può rinunciare mai ad essere un luogo di incontro per tutti. In una città come Lanciano rappresenta una casa aperta per sperimentare uno spazio di libertà.

Il progetto Fly Is Life nasce per trasmettere ai ragazzi le competenze artistico-tecniche sull’opera d’arte scultorea, abbinando il concetto di armonia come volume ed espressione di un’idea.
Il lavoro pratico e la condivisione con la comunità sono state il mezzo per lanciare un messaggio di apertura, in cui l’arte e la solidarietà lavorano insieme per dar voce ad un sentimento di

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

speranza.

L’occasione ha fornito una formazione umanistica, scientifica e linguistica; le attività, le procedure, le tecniche, i materiali, gli strumenti, lo sviluppo progettuale e operativo, declinata nella “cultura del fare” nel contatto e nella manipolazione dei materiali (corpi, oggetti, strumenti) permette di attivare processi:
o Recupero e Percezione responsabile del proprio sapere e saper fare, del proprio vissuto personale, ambiente socio/culturale (passato)
o Confronto problematico con l’idea da realizzare (presente)

o Messa in relazione di passato e presente per la creazione dell’opera (futuro).

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

“È pericoloso reprimere nei giovani l’orgoglioso entusiasmo”.

I ragazzi coinvolti nella progettazione ed esecuzione delle opere si sono impegnati e questo è stato possibile incrementando il numero delle ore di lezione atto a consentire di acquisire le competenze necessarie per realizzare le opere; in tale progetto sono state privilegiate la spontaneità e la ricerca della “voce” individuale.

Giuseppe Colangelo

ghirigori

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Ed ora una sensibile relazione (fonte) a commento dell’evento, da parte della giornalista Teresa Di Rocco, del “Centro”.

LANCIANO.
“La vita è come un filo che si intreccia e si districa. Ci sono i nodi, i problemi, ma la corda poi si srotola e finisce in un fiore perché la vita è sempre bella”.
Così Sara, II° B dell’Istituto Palizzi presenta una delle 9 opere, che assieme ad altri 15 studenti del biennio del Liceo rendono da ieri accogliente e colorato l’ingresso del Padiglione dell’Oncologia dell’Ospedale Renzetti.
Sculture e quadri che sono un inno alla vita, realizzati nel progetto “Fly is

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Life”che ha coinvolto il Palizzi, l’Associazione Bianco Airone onlus che offre supporto psicologico e consulenza a Pazienti oncologici e ai loro Familiari e il Reparto del Prof. Antonello Nuzzo.
Progetto che ha gettato un ponte tra i giovani, il reparto e il territorio, che li ha sensibilizzati sui temi della malattia oncologica, della salute e delle terapie.

Malattia che purtroppo colpisce molte persone.
«Ogni anno»,
ha detto Nuzzo,
«abbiamo 600 nuovi Pazienti che si vanno a sommare agli Altri che abbiamo in cura.
Dal 1997, anno di apertura del reparto che è diventato fondamentale sul territorio, abbiamo avuto 8.700 pazienti.

Tra i tumori oggi più diffusi ci sono quelli del colon-retto, dela prostata, poi dela mammella e dei polmoni.

Ist.to "Palizzi", Lanciano: opera per "Fly is Life"
Ist.to “Palizzi”, Lanciano: opera per “Fly is Life”

Questi tumori colpiscono i 4/5 dei Pazienti che vengono assistiti da 7 Medici e 6 Infermieri Professionali guidati dalla Caposala Elvia Martelli.
Sono loro, gli Infermieri, la forza, la linfa del Reparto. Vivono con i pazienti e hanno con loro un rapporto privilegiato».

E in questo rapporto gioca ruolo fondamentale anche l’accoglienza, la bellezza, l’arte, vista come strumento di cura complementare.
«Da anni portiamo avanti il progetto dell’umanizzazione delle cure anche con opere che portano bellezza»,
ha aggiunto Nuzzo,
«anche perché al Reparto bello e pulito, corrispondono cure altrettanto importanti».

«L’umanizzazione crea un circolo virtuoso, attrae risorse e utenti»,
ha continuato il Manager Asl Francesco Zavattaro,
«perché la Sanità non è solo un camice, prestazione, ma anche accoglienza. Per questo propongo ai ragazzi del Palizzi di realizzare opere anche per l’Hospice Albachiara, che offre assistenza ai Malati oncologici in fase terminale».
Il Manager ha tagliato corto sul futuro dell’Ospedale frentano:
«serviranno alcune settimane al nuovo Governatore per sistemarsi»,
ha detto,
«e a noi per capire quali siano i progetti, la strategia complessiva».

Intanto l’Oncologia resta uno dei Reparti di eccellenza del Presidio anche dal punto di vista estetico grazie alle nuove opere.
«Sono di materiali diversi, scarti di vetro, polistirolo, gesso»,
ha spiegato Giuseppe Colangelo, Insegnante del Laboratorio di Arti plastiche de Palizzi,
«materiale di riciclo che è tornato alla vita. Non è stato un progetto didattico, ma di vita».

Teresa Di Rocco

Controllate anche

Buon Natale 2014 e sereno 2015

(Immagine, splendida, del mio graphic designer Luca Di Francescantonio) Buona giornata Amici. E’ tempo di …