lunedì , 20 agosto 2018
Home / blog / é passato anche l’inverno (21 dicembre – 20 marzo 2018)

é passato anche l’inverno (21 dicembre – 20 marzo 2018)

21 dicembre, h. 17,28, solstizio d’inverno: il Sole raggiunge il punto di massima altezza al di sotto

trabocco San Vito Chietino, inverno 2013
trabocco San Vito Chietino, inverno 2013

dell’orizzonte ideale dell’equatore,  durante il suo moto apparente sull’orbita eclittica. Minima è per noi, dell’emisfero settentrionale boreale, la giornata di insolazione.
Alle h. 07.00 del mattino temperatura 6°C, niente vento, cielo alto grigio e compatto; il silenzio della città è “violato” dai violenti rumori di un automezzo per il riciclo del vetro. Lontano, un cane manda messaggi insistenti agli amici servendosi di un linguaggio personale, ripetitivo e ritmico.
Ed è subito Natale, e ricordiamoci degli Amici, con i miei auguri, e di quelli che hanno bisogno del nostro apporto affettivo. Fa un po’ freddo, non molto e copriamoci in modo giusto, sole generoso per molti giorni, gli impegni sempre quelli e forse un po’ di pigrizia, ma ci si salva se c’è un programmino per una vacanza a… oppure per far visita a parenti cari, lontani.
Massima igiene per le mani, come sempre e gli ambienti: ricambio d’aria, riscaldamento giusto ed attenzione al danno delle cellule bronchiali da aria troppo secca con termosifone, stufa, condizionatore, focolare. Come sta andando con l’influenza? Quest’anno abbastanza bene, nonostante i tanti, risolti problemi vaccinali. I consigli degli Esperti, la prudenza e l’igiene devono essere sempre seguiti in modo diligente e consapevole.
La luce del sole riprende ad aumentare, fino all’equinozio di primavera, 20 marzo ’16, h. 05.27, influenzando melatonina ed umore; camminiamo un po’ di più all’aria aperta se la strada per andare in palestra è “troppo tortuosa”. D’inverno il colesterolo >, perchè ci si muove di meno e si mangia meno frutta, verdure e pesce dell’estate, concedendosi magari a convivi ricchi in grassi animali. E così si > di peso e ci si fa del male.

Diana

A contatto con la natura (grazie sempre alla consulente Amica Diana): cosa ci offre l’inverno? Per la frutta continuiamo a nutrirci con kiwi, mandarini, pere, arance e mandaranci (clementine), gli ortaggi e le verdure sono quelli dell’autunno, come il cardo, il broccolo, la verza, il finocchio, il cardo ed il carciofo, ecc. ma compaiono presto le cime di rapa ed a marzo le cipolline, gli spinaci e gli asparagi. Attenzione, come sempre, alla conservazione dei prodotti, al tipo di preparazione e di cottura ed ai condimenti. Pesce: alice o acciuga, lampuga, pagello, palamita, polpo, rana pescatrice, ricciola, sarago, sardina, seppia, sgombro, triglia ed infine le vongole veraci, ma a febbraio! Il 2011 è stato l’anno internazionale delle Foreste ed il 2012, anno bisestile, rappresenta l’Anno Europeo contro la lombalgia cronica, patologia che interessa oltre il 60% della popolazione adulta.
Il 2013 è stato l’anno della quinoa secondo l’ONU,
il 2014 anno delle foreste e del verde,
il 2015 è stato l’anno della luce (light2015.org), intesa come incentivazione e visibilità del problema in tutti i campi socio-culturali: welfare, medicina, cultura, astronomia ecc. con la compresenza dello sviluppo sostenibile per il rispetto dell’ambiente, per la riduzione dello spreco di energia e dell’inquinamento luminoso, e come accesso alla “risorsa luce” anche da parte delle popolazioni più in difficoltà economiche e logistiche.
Il 2016 è stato dichiarato dalla FAO anno internazionale dei legumi, fonte economica, gradevole ed appetibile, di elevato potere nutriente per proteine ​​e micronutrienti preziosi, di beneficio affidabile per la salute, economico e disussistenza per tutti, ma soprattutto per i popoli nei Paesi in via di sviluppo.
Il 2017 è l’anno del Turismo sostenibile,
il prossimo, 2018 è l’anno internazionale dedicato al Cibo Italiano nel Mondo. Qualità, promozione e valorizzazione del cibo italiano son realizzati grazie al lavoro dei tanti agricoltori, allevatori, pescatori, artigiani e produttori presenti nel territorio nazionale. L’Italia, è il paese con il maggior numero di prodotti agroalimentari. Alcuni di essi, sono stati designati con l’etichetta IGP (Indicazione Geografica Protetta), riconosciuta dall’Unione Europea. Le azioni promozionali sono state rivolte verso gli Stati Uniti, il Giappone, la Cina, la Russia, Emirati Arabi Uniti e Brasile.
Il 2018 è l’anno europeo dedicato al Patrimonio culturale le cui finalità sono:
promuovere la diversità culturale, il dialogo interculturale e la coesione sociale;
rafforzare il contributo del patrimonio culturale dell’Europa alla società e all’economia attraverso la capacità di sostenere i settori culturali e creativi, comprese le piccole e medie imprese, promuovendo lo sviluppo e il turismo sostenibili;
contribuire a promuovere il patrimonio culturale come elemento importante delle relazioni tra l’Unione e gli altri paesi, basandosi sull’interesse e sulle esigenze dei paesi partner e sulle competenze dell’Europa in materia di patrimonio culturale.

Mercoledì 14 febbraio, San Valentino, è anche, da alcuni anni, il “V” day da vaginal day, dai “Monologhi della vagina” di Eve Ensler del 1996, per ricordare le tante donne uccise, il “femmininicidio” ed i quotidiani abusi  e violenze dei quali le cronache sono piene.

Giovedì 8 marzo, giornata mondiale della Donna, con il suo significato di orgoglio femminino, che ben condivido nella giusta e talora goliardica misura!
Foto in alto Giordano Gallo, in basso Edoardo Biondi. Commento Dante Troilo.

Lunedì 19 marzo, festa del Papà.

Il 20 marzo, h. 16,15, equinozio di primavera: la notte ha la stessa durata del giorno ed il sole in quell’istante, muovendosi sulla propria orbita eclittica, si trova precisamente sull’ideale equatore celeste con declinazione pari a zero.

Controllate anche

Politrauma della strada: immagini TAC

Incidente della strada: donna di 40 aa investita da una macchina. Referto TAC torace senza/con …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: